Aspettando la nuova stagione di Gossip Girl

Torneranno presto a far parlare di sé e far sognare guardaroba lussuosi, i protagonisti di Gossip Girl sono infatti già sul set della nuova stagione, ne abbiamo visto un assaggio. Fanno tornare adolescenti chi ha raggiunto o superato gli “-enta”, fanno immaginare una vita fra lussi ed agi le giovani fashioniste e anche chi non trova particolarmente brillante la trama viene catturato, episodio dopo episodio, dagli outfits studiati per Serena, Blair, Chuck, Dean e gli altri…

In questo scatto la coppia Blair e Chuck, Leighton Meester e Ed Westwick, sfoggia uno stile preppy basato sull’accoppiamento di colori come il rosa del cravattino di lui con la borsa di lei e la bottiglia di Dom Perignon.

Autore: Sonia Grispo
[via]

Da salopette a jumpsuit, il capo easy-chic

Un tempo la chiamavano salopette ed era conosciuto come la divisa dei lavoratori, poi è tornata in auge, qualche decennio fa ed era direttamente collegata allo stile un pò underground. Oggi, come accade sempre nel ciclo della moda, la ritroviamo sulle passerelle e nei negozi, in versione easy-chic, urban, elegante o sportiva e scopriamo che ha un altro nome: jumpsuit, la tutina regina dei catwalk.

Tanti sono i brand ad averla proposta nelle proprie collezioni, in colori differenti e adatta agli stili più disparati, non resta che scegliere se accoglierla nel proprio guardaroba o sfogliare pagina, in attesa di una vera novità.

Autore: Sonia Grispo

Olivia Palermo sceglia Zara

Abbiamo parlato di lei come una delle promesse icone di stile e Olivia Palermo non ha perso tempo a confermare la sua posizione nella scena sociale americana. L’attrice/socialitè di recente è comparsa davanti ai fotografi sfoggiando jeans a sigaretta firmati Adriano Goldshmied e giacca giacchino Diane von Fustemberg, ma a stupire è stata la scelta di indossare scarpe e clutch bag del noto brand low cost Zara.

La clutch in pieno stile rock-glam, arricchita da borchie, è bellissima e difficilmente si distinguerebbe da una qualsiasi borsa di lusso (chissà perché certi accessori da Zara Italia sono introvabili), quanto ai sandali i miei complimenti vanno alla Palermo che è riuscita a reggersi in piedi su un paio di scarpe Zara che, almeno per esperienza personale, sono di quanto più scomodo e doloroso che io abbia mai calzato.

Autore: Sonia Grispo
[via]

Little Pink Book della Bellezza, il manuale da portare nel beauty case

Numerosi studi dimostrano che curare l’aspetto esteriore rafforza l’autostima, favorisce i rapporti interpersonali e migliora l’umore: perché la bellezza è soprattutto benessere, per il corpo e per la mente. Il Little Pink Book della Bellezza è una guida pratica ed essenziale, sempre a portata di mano, che vi farà scoprire i segreti della cura del corpo, con il consiglio utile, la dritta easy o il rimedio della nonna. Un manualetto arricchito da aneddoti, test, curiosità e dalle vivaci illustrazioni che caratterizzano la collana.

L’autrice di questo manuale sulla bellezza è Valentina Grispo, Beauty editor e giornalista, si occupa di moda e bellezza per riviste nazionali e internazionali e cura i contenuti per svariati Blog tematici della rete, primo fra tutti ModaBlog. Per chi si stesse chiedendo se la similitudine del cognome con il mio è una casualità la risposta è no, Valentina è mia sorella maggiore e non solo per questo vi consiglio di fare tesoro dei suoi utili consigli, frutto di anni di lavoro in questo settore. Trovate quetso manuale e tutit quelli della linea The Little Pink Book, presso Mondadori, Feltrinelli, Fnac e tante altre, nonché on-line presso i maggiori siti di book commerce.

Autore: Sonia Grispo

OUT: a Ashley Greene serve uno stylist

Ashley Greene aveva deluso le aspettative di quanti erano rimasti affascinanti dal suo personaggio in Twilight, durante gli Mtv Music Awards in cui, indossando un abito Dolce&Gabbana, aveva sfoggiato una pettinatura eccessivamente retrò ed un look piuttosto scialbo.

Di recente l’attrice non ha lasciato molti dubbi riguardo il suo scarso gusto in fatto di moda, scegliendo un abito Alice + Olivia in rosa shocking e ai piedi sandali Jimmy Choo. Abito e scarpe avrebbero potuto giocare un ruolo decisivo su un personaggio dotato di un minimo di stile, ma sulla Greene passano decisamente inosservati. Sarebbe il caso, vista la sua bellezza semplice, decidere uno stile da seguire e puntare su quello, così da lasciare il segno sui red carpet.

Autore: Sonia Grispo

Chanel Cocoon: Lily Allen testimonial

Quando ho letto che Lily Allen sarebbe stata il volto di una speciale collezione di borse di Chanel, la linea Cocoon Spring 2009, la mia idea è stata da ubito che Karl Lagerfeld aveva toppato, scegliendo un personaggio che non è di certo sinonimo di eleganza e rigore, che non spicca per classe e che più volte ha fatto parlare di sè in toni non lusinghieri. Guardando però gli scatti che presentano la collezione viene da ricredersi.

Lily Allen appare diversa, matura, più donna. Da quando è approdata sulla scena musicale la cantante ha cambiato radicalmente il suo stile: prima icona di uno stile che avevamo dimenticato, con qualche chilo in più e qualche volta sopra le righe (vedi i cambiamenti improvvisi di colore di capelli, dal rosa al biondo), poi d’un tratto signorina bon ton in abiti che non la rispecchiavano e ora volto di una della maison più celebri della storia. Intanto la cantante ha deciso di intraprendere la strada di designer di gioielli, annunciando di voler realizzare una linea di accessori secondo il suo personale gusto. I fan aspettando trepidanti che la cantante si dedichi alla sua carriera musicale.

Autore: Sonia Grispo

Michelle Obama è una ToyWatch Addict

La ToyWatch mania dilaga ormai da tanto tempo, mentre io resto ancora indecisa sulla coloraizone, c’è chi invece ne ha fatto un accessorio immancabile dei propri outfits casual: la first lady più fashion addict della storia, Michelle Obama, ha indossato il suo ToyWatch viola della Fluo Collection in varie occasioni, come la visita ufficiale del marito Barack Obama e udi ritorno da Camp David con la sua famiglia. Non c’è che dire, Michelle ha le carte in regola per diventare un’icona.

Autore: Sonia Grispo