Le bowling bag in piumino di Miss Sixty

Se avete apprezzato le morbide borse in piumino realizzate da Chanel per la linea Coco Coccon di cui Lily Allen è testimonial e avete pensato che le versioni più economiche realizzate da Furla avrebbero potuto esser euna valida alternativa, c’è un marchio ancor più abbordabile che ha captato il trend, Miss Sixty. L’azienda italiana ha infatti incluso nella sua collezione autunno/inverno una capiente bowling bag disponibile nella versione nera e bianco ghiaccio.

Annunci

Le borse per l’inverno di Tiziana Fara

Il settore moda è ancora in crisi, come tutto il resto del mondo d’altra parte, ma i designer italiani non cedono a continuano a perseguire i propri obiettivi, è il caso della designer di borse Tiziana Fara che per l’inverno 2009-10 propone le sue borse assolutamente Made in Italy. Per chi stesse cercando una borsa comoda e capiente, ecco qualche opzione. Trovate l’intera collezione Fara Collection sul sito e sul Blog del marchio.

Back to office: le borse di Burberry

Quale modo miglior per tornare in ufficio e la testa china sulla scrivania, di una maxi bag? ebbene le possibilità di scelta sono tante, per chi, come me, ama l’eleganza e la raffinatezza di Bubrerry poi, la nuova collezione, di cui Emma Watson è testimonial, propone delle opzioni sublimi, nel classico check o interamente in pelle. Io adoro la prima, ma si tratta solo di uno degli splendidi esemplari realizzati per la nuova stagione.

IN: Elisabetta Canalis e la Vit Shine Bag di Prada

Per rispondere alla domanda di una lettrice, la borsa che ha sfoggiato la Canalis al suo arrivo al lido è la Vit Shine di Prada, prezzo 1370 euro. Quanto alle scarpe, il modello è stato parecchio contestato, soprattutto dalle testate d’oltreoceano, io invece trovo che le donino molto e siano perfette per spezzare la monotonia di una mise molto basic, idee sullo stilista che le ha disegnate?.

Bando alle critiche, Elisabetta Canalis ha calcato il tappeto rosso del Festival di Venenzia, a braccetto con uno dei divi di Hollywood più amati e apprezzati dalle donne, ha posato per gli obiettivi dei fotografi disintvolta al fianco dell’attore che probabilente da adolescente seguiva sulla Rai guadando “E.R. medici in prima linea”, si è ritrovata sulle pagine virtuali di Just Jared, ha indossato abiti e accessori bellissimi ed ha fatto mangiare le unghie a non poche donne dello spettacolo italiano.

E’ vero non ha un lavoro ben definito e la sua passata carriera vanta l’apice con il ruolo di velina e valletta per programmi sportivi, non si conosce il suo livello di inglese per cui chissà come parla con Clooney e i suoi colleghi, non vanta le simpatie di moltissimi qui in Italia, però per una volta un italiano fa le testate giornalistiche estere bene di sé (chi vuole intendere intenda).

In fondo, fosse stata spagnola, brasiliana o francese, nessuno avrebbe trovato da ridire circa la nuova giovane compagna di Geroge Clooney, conoscendola però ci si stupisce che possa essere finita fra le braccia di un vero divo. L’avranno pensata così anche quando Katie ha sposato Tom? Una cosa è certa però… vogliamo un bacio o un coming-out dell’attore.

Adieu never full, fine di un noleggio

Qualche giorno fa ho dovuto resistituire la mia borsa a noleggio. Quella capiente Neverfull, perfetta per trasportare senza alcun ingombro la mia reflex, grande abbastanza per portare la mia bottiglietta d’acqua ovunque, per custodire nella tasca interna l’ipod e lo smartphone e perfetta per ogni occasione, o quasi, grazie alle cinghie per diminuirne l’ampiezza. Davvero “mai piena”, un nome perfetto.

A malincuore l’ho dovuta riporre nella sua scatola, dentro la morbida dust bag, ho chiuso il pacco con gli adesivi trovati dentro la busta che MyLuxury mi ha consegnato insieme alle istruzioni per la riconsegna, l’ho salutata e, quando il corriere è venuto a suonare ala mia porta, un pò contro voglia ho ceduto e gliel’ho lasciata portare via. Nostalgica ma soddisfatta per la bela esperienza lo confermo: quello delle borse a noleggio è un servizio geniale che ogni ragazza dovrebbe provare almeno una volta.

Coco Cocoon di Chanel: trolley e portafogli

Abbiamo visto le prime anticipazioni della linea Coco Cocoon di Chanel per cui Karl lagerfeld ha scelto Lily Allen come volto, ecco altri elementi della collezione, una comoda borsa piumino in vernice trapuntata che diventa un comodo trolley da viaggio ed una serie di portafogli, porta documenti e porta monete. Eccetto il trolley, questa collezione non mi  convince affatto.

Lo stile di Sandra Bullock in “Ricatto d’amore”

Chi è andato a vedere “Ricatto d’amore” al Cinema, oltre ad aver riso per l’interpetazione come mepre esilarante di Sandra Bullock, affiancata dal bel Ryan Reynolds, non ha potuto non notare gli outfits della protagonista. I primi frame del film ricordano il “Diavolo Veste Prada”, un editor in chief intransigente, temuto e acido, con uno stile impeccabile e delgi accessori che vale la pena di guardare distraendosi per un attimo dla film.

La prima borsa a fr capolino è firmata Prada, morbida e soffice, in pele, quando l’ho vista ho pensato che l’indomani del film molte donne avrbebero interrogato Google chiedendo “di chi è la borsa Prada che porta Sandra Bullock nel film Ricatto d’amore?” e in effetti qualche Blog d’oltroeceano ne ha già discusso. Dopo un’accurata ricerca ecco risolto il quesito. Si tratta della Prada Cervo Antik Shopper Tote, risalente alla collezione 2008, per cui difficile da reperire, soprattutto presso i monomarca della griffe.

In un’altra scena l’attrice stringe elegantemente fra le mani una Hermès Birkin arancione e soggettivamente sfoggia un set di valigie firmato Louis Vuitton. Intanto ai piedi porta vertiginosi tacchi Christian Louboutin. Non avevo mai visto Sandra Bullock in un ruolo che richiede uno stile così glamour e devo dire che le dona, eccome.