La moda ispira i disegni di Hanna Muller

Qualche giorno fa ho scoperto il Blog di Hanna Muller, una giovanissima svedese (ha solo 19 anni) con un’innata dote: ciò che vede, ciò che la ispira e atrae, si trasforma inesorabilmente in un magico disegno che trasmette emozioni. Quel che mi porta a parlarvene qui è che Hanna disegna spesso i ritratti delle più note fashion icon del web, disegni che vale la pena di sfogliare e salvare sul proprio desktop. Attratta dalla sua passione per l’arte e dalla sua innegabile bravura, l’ho contattata ed ho scambiato quattro chiacchiere con lei, ecco cosa racconta Hanna:

“I was born 19 years ago in the middle parts of Sweden. As one of the most stubborn in our family I’ve learned everything I wanted, including drawing. I’ve been drawing for as long as I can remember and during my early teenage I practicly did nothing else. When I was 16 I started in a school that concentrated on music, and everything in my life during that period was about that subject, so I started my blog to give my drawings some space in my life. And on that road it is…”

Quando si dice “lo scopo dei blog…”, grazie ad Internet Hanna non solo trova le ispirazioni per i suoi disegni, come dice qui di seguito, ma ha anche una vetrina sul mondo, dal quale chiunque può ammirare il suo talento. Ora mi ha fatto venire la voglia di avere anche io un suo ritratto!

“Some times I find pictures that really speaks to me, and in those cases I steal just steal the motif. I can be pictures of blogers, models, horses..anything at all acctually. In other cases I maybe just likes a part of the picture and then I use just that part and makes the rest upp and sometimes I just draw what I’m thinking about. One of my main inspiration sources is internet, there’s so many pretty pictures on internet! I can spend entire days clicking around on internet and look. Otherwise I find great inspiration in my daily rounds, when I’m waiting on the bus or at work or anything! When I’m drawing I’m using aquarelle and inkpens and nothing else, and just scans the picctures into the computer.”

Autore: Sonia Grispo

Annunci

Donne non si nasce, ma si diventa

Giovedì 6 Novembre, location il concept all-in-one di Individual hair dressing a Catania, protagonisti nuovi linguaggi artistici, nuove tendenze della moda e della strada, un gruppo di artisti, ispirati dal mood degli anni ’40 e da Simone de Beauvoir, personaggio di spicco del movimento filosofico francese dell’esistenzialismo, hanno dato vita ad un progetto che ha come monito: “…a woman is not born, but made…”.

Opening con pieghe, colori e tagli, accompagnati da aperitivo, musica live, moda, arti visive e inoltre verra’ inaugurato un corner Mondadori a tema. Prenderanno parte all’evento: Brevi distanze, Fabio Crisafulli, Gabriella Martines, Giovanna Tringali, Mario Filetti e Jhonata Poma. T&TC ci sarà e voi?

Autore: Sonia Grispo

La nuova collezione SS09 di A-lab Milano

Domenica 21 Settembre, dalle 10 am alle 7pm in via Tortona 28 a Milano, si terrà la presentazione della collezione A-LUNA – lab SS09 di A-lab Milano, il laboratorio di moda e arte gestito da giovani menti promotrici del Made in Italy, di cui vi avevamo già parlato qui.

Autore: Sonia Grispo

Alexander Museum Palace Hotel: tacchi a spillo e arte

Se state organizzando il vostro itinerario di vacanze in Italia, tappa obbligatoria è Pesaro, prescindendo dalle bellezze di questa città e dai suoi luoghi di interesse, il motivo per cui vi consiglio di non perdervi questa città si chiama: ALEXANDER MUSEUM PALACE HOTEL, un hotel, un’ installazione e una contaminazione originale, tra soggiorno turistico ed evento artistico.

In particolare, fra le 63 stanze dell’albergo, non potete che scegliere di alloggiare nell’ ANIMA & CORPO ROOM dell’eclettico artista milanese Miky Degni che, realizzata ad acrilico, é ispirata alla passione e alla sensualità, e riproduce su mobili, letti, comodini e porte, ammiccanti ritratti di donne su vertiginosi tacchi a spillo.

Autore: Sonia Grispo

Continua a leggere

Valentino conquista il Louvre

Ieri a Parigi è stata inaugurata la mostra «Valentino. Thèmes et Variations» presso il museo della moda “Les Arts Décoratifs” del Louvre, che vede per la prima volta uno stilista italiano esporre lì. Un anno di lavoro per prepararla, 250 abiti, sviluppati sui soggetti iconici del couturier durante la sua carriera, che rimarranno visibili al pubblico parigino fino al 21 settembre.

La mostra è organizzata per temi e variazioni, sviluppate dall’inizio alle ultime creazioni, a testimoniare l’estrema attualità e bellezza delle sue creazioni tutte contraddistinte al contempo da una profonda armonia tra la fedeltà al suo ideale d´eleganza, sobrio e sofisticato, ed una sottile attenzione alle nuove suggestioni. […]

Autore: Maria Valentina Platania
Fonte: Lesartsdecoratifs

Continua a leggere

Quando la moda incontra l’arte: le foto di Harper’s Bazar US

Molti considerano la moda qualcosa di superficiale, di futile ed invece spesso il legame che lega questo mondo a quello dell’arte è molto sottile. Sono tantissimi i servizi fotografici che colpiscono per il loro senso artistico, molti fotografi riescono ad interpretare gli abiti, facendoci andare oltre il loro semplice senso materiale, facendoci sognare, immaginare, immedesimare nelle scene rappresentate.

Come nel caso del servizio fotografico proposto da Harper’s Bazar US, che vede l’attrice Julienne Moore, immortalata in pose che riprendono celebri opere d ‘arte, gli scatti sono di Peter Lindbergh.

Fonte: Trendy
Autore: Roberta Costantino

Clicca per vedere le altre foto

Continua a leggere

Va di scena la Street Culture

Something Old, Something New, Something Borrowed, Something Blue va di scena la Street Culture.

Li avevamo già visti in Triennale con “Beautiful Looser”, un collettivo di giovani artisti che, raccolta l’eredità della pop art e dei graffiti artist, si sono evoluti in un’altra accezione di Street Culture. Una visione composta da momenti semplici e rubati, personaggi onirici, colori e grafica. Giovedì 21 Febbraio, alla Marella Gallery di Milano, si è inaugurata una piccola mostra “Something Old, Something New, Something Borrowed, Something Blue”, estremamente curata ed elegante com’è nello stile di Aaron Rose, organizzatore deux ex machina di questa esibizione.

Autore : Chiara Formenti

Continua a leggere